Organizzazione dell' Allenamento

Un esempio di programmazione dell'allenamento


Organizzazione dell' Allenamento

A questo punto se conosciamo la data dell'evento ed abbiamo messo a fuoco mediante i test le carenze che possono pregiudicare la prestazione, non ci resta che programmare quantità e contenuti dell'allenamento.
Qui sotto e rappresentato un esempio di programmazione.

1

OTT
NOV
DIC
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SETT
100
150
200
120
200
250
300
220
170
170
0
0
PREPARAZIONE
COMPETIZIONE
SCARICO
Si intuisce che l'evento è posto agli inizi di luglio e che gli incrementi non seguono un ordine sempre crescente ma si attengono al principio della supercompensazione o più comunemente modello 3:1 come qui di seguito:

2

Questo tipo di progressione va applicato nell'allenamento settimanale come nell'esempio sopra ed è valido anche per tutto il mese prendendo come riferimento il massimale della settimana(140 frecce nell'esempio).
Nell'esempio che segue abbiamo previsto quattro sedute di allenamento settimanale ed è riferito alla programmazione di un mese per un totale di sedici allenamenti.

3

Abbiamo quindi, individuato quantità e contenuti dell'allenamento ed a questo punto dobbiamo solo verificare ogni 20-30 giorni i miglioramenti raggiunti ed aggiornare i contenuti delle sedute.
E' buona norma che l'atleta sia in possesso del programma di allenamento e di una tabella per le sedute giornaliere come qui di seguito:

SETTIMANA N°
giorno
frecce
eff.tirate
esercizi
cond.fisiche
ore
note
LUNEDI'
           
MARTEDI'
           
MERCOLEDI'
           
GIOVEDI'
           
VENERDI'
           
SABATO